Spesso congenite altre volte risultato dell’invecchiamento del viso, le occhiaie sono un comune difetto palpebrale che non sempre necessita della chirurgia plastica per essere eliminato.

Per la correzione degli inestetismi delle palpebre è possibile infatti ricorrere anche ad un trattamento di medicina estetica. In particolare la procedura ambulatoriale indicata in alcuni casi per ridurre l’evidenza delle occhiaie è il filler a base di acido ialuronico o a base di idrossiapatite calcica.

È importante infatti sottolineare che l’infiltrazione di tali sostanze non permette di eliminare qualsiasi tipologia di inestetismo palpebrale e in presenza di occhiaie particolarmente pronunciate è consigliato ricorrere alla chirurgia plastica. Nello specifico, la procedura si rivela non indicata quando l’occhiaia è caratterizzata anche da un evidente eccesso di ptosi cutanea.

Solo dopo una attenta visita pre-operatoria sarà pertanto possibile per il chirurgo stabilire se il filler può rappresentare una soluzione all’inestetismo.

La procedura di filler per le occhiaie offre risultati immediati e prevede l’infiltrazione di acido ialuronico o idrossiapatite calcica lungo il solco lacrimale anche definito “tear trough” (l’area di confine che si delimita tra la palpebra inferiore e la guancia).

Il trattamento non prevede anestesia locale e al termine della seduta è possibile tornare a casa.

Si ricorda però che, differentemente da un intervento di blefaroplastica inferiore, un trattamento di filler non permette di eliminare definitivamente le occhiaie. Sarà infatti necessario sottoporsi a nuove sedute estetiche nel corso del tempo.

Per ulteriori informazioni sul filler per le occhiaie a Roma potete rivolgervi al Prof. Rauso Raffaele.

Hai bisogno di assistenza? Clicca qui e parla con noi
 Presto il consenso al trattamento dei miei dati personali per gestire la richiesta di contatto. Leggi l'informativa