La bellezza di un seno non è data solo dalla sua forma, dalla sua tonicità e dalla sua taglia. Un aspetto infatti del décolleté che svolge un ruolo importante per la sua estetica sono i capezzoli a volte dalla forma irregolare o troppo grandi.

La dismorfia, l’alterazione o la modificazione dei capezzoli può essere ricondotta a fattori congeniti, ormonali, o processi infiammatori acuti e cronici. In particolare, un difetto comune tipico della fase della pubertà è l’introflessione dei capezzoli, un problema dettato dall’accorciamento dei dotti galattofori che impediscono una regolare erezione e l’inturgidimento.

Piuttosto comune sono inoltre i capezzoli troppo grandi che rappresentano spesso un problema nella scelta del vestiario.

Relativamente a questo ed altri difetti dei capezzoli e delle areole, è possibile sottoporsi a specifici interventi correttivi spesso eseguiti anche in associazione ad un classico intervento di mastoplastica additiva. In altri casi la procedura chirurgica è eseguita in day-hospital e senza ricorso ad anestesia generale.

Si tratta infatti di interventi di microchirurgia del seno, e, in quanto tali, conducibili in anestesia locale non sempre ricorrendo ad una ulteriore sedazione. Le tecniche di intervento variano, di conto, relativamente al tipo di difetto ai capezzoli presentato dalla paziente, ma in linea generale tutte le procedure chirurgiche non prevedono ricovero o lunghi periodi di degenza.

Niente paura poi per quanto riguarda le future cicatrici! Gli interventi eseguiti per la correzione dei capezzoli o delle areole prevedono solitamente incisioni peri-areolari molto sottili che una volta suturate e completamente guarite, non risulteranno evidenti.

Per ulteriori informazioni sulla chirurgia dei capezzoli a Roma, potete rivolgervi al Prof. Rauso Raffaele.

Hai bisogno di assistenza? Clicca qui e parla con noi
 Presto il consenso al trattamento dei miei dati personali per gestire la richiesta di contatto. Leggi l'informativa