Per aumentare il volume delle labbra, l’evergreen della medicina estetica è da sempre il filler a base di acido ialuronico.

Eppure negli ultimi anni, a farsi strada tra le procedure estetiche per la bellezza delle labbra è un intervento chirurgico. Si tratta del lipofilling. Proprio come un filler, l’operazione prevede l’infiltrazione di una sostanza; in questo caso l’azione volumizzante è svolta dal grasso autologo.

Direttamente prelevato tramite aspirazione dalle zone corporee in cui è maggiormente localizzato, il tessuto adiposo è preventivamente sottoposto a trattamenti specifici come decantazione, centrifugazione e sedimentazione, che ne purificano la struttura, prima di essere utilizzato per dare volume alle labbra.

Pronto per l’infiltrazione, il grasso autologo è iniettato nell’area labiale attraverso siringhe di circa 1-2 mm di spessore. Per ottenere un risultato duraturo il chirurgo esegue un over filling, ossia una infiltrazione in quantità maggiori di grasso, in previsione di un rapido e naturale assorbimento di una sua porzione da parte dell’organismo.

L’intervento di lipofilling è eseguito in anestesia locale con sedazione e al termine della seduta la paziente può tornare a casa senza pernottamento in clinica.

Sarà sufficiente attendere qualche giorno per il risultato finale, quando spariti il gonfiore e gli eventuali lividi, il paziente potrà constatare la nuova bellezza delle labbra, più carnose e naturalmente armoniche.

Per altre informazioni sul trattamento labbra a Roma potete rivolgervi al Prof. Rauso Raffaele.

 

 

Hai bisogno di assistenza? Clicca qui e parla con noi
 Presto il consenso al trattamento dei miei dati personali per gestire la richiesta di contatto. Leggi l'informativa