Ogni anno si eseguono oltre 10 000 interventi di otoplastica, l’intervento di chirurgia estetica delle orecchie che permette di modificare le dimensioni, la forma e la posizione della struttura auricolare.

Si ricorre all’operazione soprattutto per la correzione delle comuni orecchie a ventola e per ridurre la grandezza del padiglione auricolare, permettendo di ottenere un aspetto più armonico e proporzionato.

Di seguito 3 informazioni sull’intervento di otoplastica che è utile sapere:

1. A 6 anni dal chirurgo
Differentemente dalla maggior parte delle operazioni di chirurgia plastica estetica, l’otoplastica può essere eseguita già in tenera età e per la precisione a partire dai 6 anni. A quest’età infatti la struttura auricolare cartilaginea è ormai totalmente formata e pertanto è possibile intervenire chirurgicamente per correggerne i difetti estetici.

2 Le suture invisibili
Quando si parla di interventi e chirurgia, inevitabilmente si pensa ai rischi di ritrovarsi con qualche cicatrice evidente dopo l’operazione. Relativamente all’otoplastica, i punti in cui si eseguono le incisioni permettono di nascondere perfettamente quelli che saranno i futuri esiti cicatriziali. L’operazione per la correzione delle orecchie a ventola, prevede infatti un’incisione lungo il solco retro-auricolare e la cicatrice residua non risulterà visibile nel post-operatorio.

3. Le medicazioni effetto turbante
Al termine dell’operazione si utilizza medicazione “a turbante” che copre orecchie e parte del capo, di norma da tenere almeno per una settimana. Oggi però, esistono anche soluzioni alternative per limitare al minimo possibili fastidi per il paziente. È infatti possibile ridurre i tempi di permanenza della fasciatura, grazie ad una medicazione alternativa che al termine dell’otoplastica è direttamente suturata alle orecchie. In questo modo si garantisce una limitazione dell’utilizzo delle medicazioni, ridotto da sette a sole 48 ore.

Per ulteriori informazioni e per ricorrere all’intervento di otoplastica a Roma, potete rivolgervi al Prof. Rauso Raffaele.

Hai bisogno di assistenza? Clicca qui e parla con noi
 Presto il consenso al trattamento dei miei dati personali per gestire la richiesta di contatto. Leggi l'informativa