Ancora oggi a distanza di anni sono ancora molte le donne e gli uomini alle prese con le conseguenze di una scelta errata fatta molto tempo fa. Si tratta dei risultati innaturali e dei rischi annessi del ricorso al trattamento riempitivo per le labbra con l’utilizzo di silicone liquido.

Parliamo di una procedura eseguita con frequenza da molti medici per garantire un aumento permanente del volume delle labbra attraverso l’infiltrazione di silicone liquido, una sostanza ormai vietata in Italia dal 1992.

Questo prodotto sintetico, infatti, non compatibile e in forma libera è stato per molti la causa non solo di danni estetici a coloro che in passato si sono sottoposti al trattamento, ma anche di importanti problemi per la salute.

Il silicone può infatti generare nel tempo la formazione di granulomi e l’insorgenza di gravi processi infiammatori cronici.

Ma come si può rimediare a tutto questo?

Oggi è possibile ricorrere ad uno specifico intervento per la rimozione del silicone liquido dalle labbra, un’operazione molto delicata e complicata, che deve essere eseguita da un professionista.

La procedura permette di ottenere ottimi risultati rimediando ai danni estetici e riducendo l’insorgenza di ulteriori rischi per la salute.

L’intervento prevede la rimozione del silicone liquido presente nelle labbra e, laddove possibile, di quello migrato in altre zone limitrofe. La procedura richiede, talvolta anche l’asportazione dei tessuti vicini ormai compromessi dal contatto con il silicone.

Come l’operazione, anche la fase di degenza risulta lunga e delicata. In media, infatti, per valutare il risultato dell’intervento è necessario attendere circa 6-9 mesi.

Per evitare spiacevoli situazioni e danni estetici, è fondamentale rivolgersi a specialisti della medicina estetica con comprovata esperienza e che utilizzino solo prodotti certificati e sicuri.

No ai filler permanenti!
Per un trattamento di filler eseguito ad hoc e correggere i danni di un vecchio trattamento di filler permanente a Roma potete rivolgervi al Prof. Rauso Raffaele.

Hai bisogno di assistenza? Clicca qui e parla con noi
 Presto il consenso al trattamento dei miei dati personali per gestire la richiesta di contatto. Leggi l'informativa